La saldatura del tubo metallico

Saldatura di tubi in acciaio con maschera di protezione

La saldatura del tubo metallico

Saldatura, taglio laser, curvatura e calandratura sono forse le più importanti lavorazioni del tubo metallico. In un precedente articolo abbiamo affrontato la questione del rapporto tra curvatura e saldatura del tubo d’acciaio, soprattutto in relazione ai rischi ed ai costi della saldatura.

I principali problemi legati alla saldatura del tubo sono legati al fatto che essa modifica le caratteristiche meccaniche del metallo. Oltre a ciò, l’aspetto estetico di un tubo curvato è decisamente migliore rispetto ad un tubo saldato.

Tubi in acciaio saldati di una struttura antiribaltamento
Tubi in acciaio curvati di una struttura antiribaltamento

Tuttavia, non sempre è possibile sostituire la saldatura con la curvatura. In molti casi le lavorazioni del tubo comprendono sia la curvatura che la saldatura soprattutto nei progetti più complessi dove sono presenti più tubolari, come ad esempio nelle cabine per macchinari o nelle strutture edili.

Saldatura dei tubi metallici

I tubi metallici sui quali è possibile effettuare la saldatura sono i seguenti:

  • Tubi in acciaio
  • Tubi in acciaio inox
  • Tubi in alluminio
  • Tubi in ottone

 

Mentre la saldatura dei tubi in acciaio e acciaio inox è più comune e tutto sommato di più facile realizzazione, la saldatura del tubo in alluminio è molto più difficoltosa in quanto le proprietà del materiale, che ha una conducibilità termica elevata e una bassa temperatura di fusione, richiede che gli operatori che la eseguono debbano necessariamente prestare particolare attenzione e rispettare precise procedure. Il rischio è una deformazione tale da rovinare la lavorazione, il tubo e di conseguenza il prodotto finale.

Settori di applicazione per prodotti curvati completi di saldatura

La saldatura è una lavorazione del tubo che interessa numerosi settori industriali. Tra questi, in particolare, l’agricoltura (si pensi alle macchine agricole), l’automobilismo, illuminazione, le macchine per il fitness, l’allevamento, l’arredo urbano e per interni, l’impiantistica e ovviamente la carpenteria.

Tipologie di saldatura

I tubi di metallo vengono saldati con due diversi procedimenti:

  • Saldatura TIG
  • Saldatura MIG/MAG

 

In entrambi i casi vengono utilizzati dei gas di protezione che permettono di isolare il bagno di fusione dall’atmosfera garantendo una pulizia maggiore del giunto e allo stesso tempo una penetrazione della saldatura maggiore.

Saldatura TIG

La saldatura TIG è un procedimento di saldatura ad arco utilizzabile per tutti i tubi metallici . È caratterizzata da una torcia sulla quale viene inserito un elettrodo in tungsteno che, protetto dal gas (Ar – Argon – o He – Elio) porta a fusione le parti da saldare. La saldatura a TIG si suddivide a sua volta in saldatura con o senza materiale d’apporto. La differenza sta nel fatto che nel primo caso viene aggiunto del materiale durante la fusione. Questo serve ad aumentare la tenuta della saldatura. Viene solitamente usata per la giunzione di metalli con spessori ridotti (dai 2 ai 5 mm).

Questo tipo di saldatura TIG dei tubi metallici richiede molta precisione dell’operatore. Questi deve evitare che si formino schegge derivanti dall’elettrodo, che possono danneggiare o indebolire la giunzione.

Saldatura MIG/MAG

La saldatura MIG/MAG – la differenza tra MIG e MAG consiste nel gas di protezione utilizzato – è un procedimento a filo continuo che garantisce un’elevata produttività e permette di operare senza scorie.

Tra i vantaggi, la possibilità di ottenere penetrazioni maggiori, equivalente ad un minor numero di “passate” per riempire il giunto, oltre che la facilità da parte dell’operatore di tenere sotto osservazione diretta l’arco controllando a pieno l’esecuzione della saldatura.

Questo procedimento, più veloce rispetto alla saldatura a TIG, permette una grande flessibilità di impiego, tra cui la possibilità di saldare spessori tubolari molto sottili.

Tra i problemi maggiori della saldatura MIG/MAG del tubo c’è in primo luogo il costo della macchina di saldatura, superiore a quello di una macchina per saldatura a TIG. Inoltre è possibile che si generino delle cricche a caldo dovute alla scarsa pulizia dei lembi di metallo da saldare, unite alla presenza di elementi inquinanti.

Molto importante è la regolazione dell’apporto termico. Se è troppo elevato può derivarne una penetrazione eccessiva. Se invece è troppo basso non avviene la fusione tra le due parti metalliche da saldare.

Normative e standards di saldatura

Le normative che si applicano nei processi di saldatura interna di Tecnocurve sono:

  • ISO 3834 – Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici
  • EN 1090 – Certificazione per costruzioni in acciaio e alluminio

Il reparto di saldatura di Tecnocurve

Tutti i saldatori di Tecnocurve sono stati certificati da EsseBi Welding una società specializzata nel settore della saldatura.

Hanno inoltre conseguito una qualifica specifica per i procedimenti di saldatura WPS e WPQR.

Il WPS è l’insieme delle informazioni riguardanti il materiale utilizzato, il gas di protezione, la tecnica di saldatura, oltre a parametri tecnici come posizione e preriscaldo.

Il WPQR è il protocollo contenente i risultati dei test di saldatura. Qualifica l’azienda e/o l’operatore a realizzare giunti di saldatura secondo le condizioni e i parametri stabiliti nello standard.

Tecnocurve dispone di cinque postazioni di saldatura, distribuite su una superficie di circa 400 mq. Questa disposizione permette ai nostri saldatori specializzati di operare in totale sicurezza grazie all’ausilio dei normali dispositivi di protezione individuale, delle maschere di saldatura auto oscuranti e di un moderno impianto di aspirazione a basso consumo.

Queste postazioni permettono di effettuare sia la saldatura a TIG che la saldatura MIG/MAG.

La qualità del nostro tubo saldato

Il reparto di saldatura e il reparto di controllo qualità di Tecnocurve sono aree produttive distinte, ma comunicanti. Ciò al fine di permettere lo svolgimento immediato del controllo di qualità sul tubo saldato.

Il processo di saldatura, in realtà, inizia già all’interno dell’ufficio tecnico. Qui analizziamo i disegni e definiamo le schede di produzione, contenenti quante più informazioni possibili sul processo di saldatura.

Un software gestionale ci permette di monitorare le tempistiche e il risultato qualitativo di ogni fase del processo di saldatura del tubo, a cui viene assegnato un codice di lavorazione.

Effettuiamo inoltre delle prove con liquidi penetranti per verificare la qualità della saldatura del tubo ed evitare la presenza di cricche. Queste prove vengono eseguite per quei tubi e profili metallici il cui utilizzo finale richiede un elevato livello di resistenza delle saldature . Un caso tipico è quello degli impianti a pressione.

Infine, redigiamo un attestato di qualità della saldatura . L’attestato riporta l’esito delle prove di tenuta con liquidi penetranti e le misurazioni di controllo che abbiamo svolto. Ciò permette al cliente di verificare la rispondenza del tubo saldato con quanto ci aveva commissionato.
Ogni particolare viene saldato seguendo un procedimento stilato nella fase di campionatura. Questo serve a garantire che non vi siano differenze nei diversi lotti di produzione:

Speciali maschere di lamiera permettono una saldatura del tubo più precisa

Per garantire la massima precisione dei tubolari saldati, Tecnocurve progetta delle maschere in lamiera. Queste servono a garantire che la saldatura di tutti i componenti avvenga nelle posizioni corrette. Il funzionamento di queste maschere speciali è mostrato nelle immagini sottostanti.

Hai delle domande sulla saldatura del tubo?
Gli esperti di Tecnocurve ti rispondono.
La saldatura del tubo metallico ultima modifica: 2018-11-05T16:32:23+00:00 da Tecnocurve